fbpx
Radio Mercato Centrale


Retrobotteghe, il blog del Mercato Centrale

Select a city

Un anno di cibo: sogni per l’anno che verrà

Postato il 18 December 2018 da Elide Messineo
Un anno di cibo: sogni per l’anno che verrà
Siamo qui, ancora una volta, a tirare le somme dell’anno che sta per concludersi, immaginando tutto quello che arriverà dopo.

Il tempo (s)corre e nascono nuove mode, nuove tendenze. Quello che abbiamo imparato in tutto questo tempo è che c’è sempre qualcos’altro da imparare, le sorprese non mancano mai e ci aspettano dietro l’angolo. In attesa di scoprire quante e quali saranno, ripercorriamo il 2018 che sta per lasciarci. Mese dopo mese, ritrovando gli argomenti che ci lasciano qui, alla fine della strada, pronti per tuffarci in una nuova – e speriamo ottima – annata.

GENNAIO

La Smorfia, la Cabala, Freud: ci credi ai sogni? C’è chi si professa scettico ma sognare è importante. I sogni hanno ispirato anche molte opere, letterarie e cinematografiche, sono spesso il motore che ci porta a esplorare nuovi orizzonti per costruire il futuro che vorremmo. Il futuro che, appunto, abbiamo sempre sognato e che potrebbe già essere qui.

LEGGI: CIBO DA SOGNO

FEBBRAIO

Nelle fredde giornate d’inverno, cosa c’è di meglio di un tè caldo, da sorseggiare sotto le coperte, immergendosi nelle misteriose atmosfere di un giallo? Ormai è diventato un cliché, quando si cerca il colpevole del misfatto, dare la colpa al maggiordomo, ma da dov’è nato questo cliché? Quella del maggiordomo è una figura che passa spesso in secondo piano ma che per molto tempo è stata essenziale e che si è evoluta, arrivando fino alla robotica. Ve l’avevamo detto, il futuro potrebbe essere già qui.

LEGGI: È SEMPRE COLPA DEL MAGGIORDOMO

MARZO

Marzo pazzerello, che fa sempre un po’ come gli pare, potrebbe essere definito uno spirito punk. Se fosse una canzone, probabilmente porterebbe la firma di Syd Vicious. Il punk si è affermato come sottocultura e movimento di ribellione ma ha tantissime sfumature che lo conducono fino al veganesimo. Non si sa quando sia nato e come ma c’è chi dice che affondi le sue radici in Perù.

LEGGI: I PUNK SONO MENO PUNK DI QUELLO CHE PENSIAMO

APRILE

La primavera porta con sé sì un po’ di sonnolenza ma anche la voglia di fare, di ricominciare e provare nuove cose. Il risveglio dei sensi potrebbe essere arricchito da un tocco di sinestesia. Che no, non è solamente una figura retorica ma un nuovo modo di esplorare e guardare il cibo. La parola d’ordine è: sperimentare.

LEGGI: PRIMAVERA SINESTETICA

MAGGIO

I Led Zeppelin nella loro “Stairway to Heaven” citano la Regina di Maggio, le pulizie di primavera in suo onore. Si tratta di una figura che deriva dall’antica tradizione pagana, che ha influenzato in qualche modo tutte le usanze che ci siamo portati dietro nel corso dei secoli… e anche il cinema horror.

LEGGI: LA REGINA DI MAGGIO



GIUGNO

Con giugno si aprono le danze dell’estate, torna la voglia di trascorrere le serate fuori, l’atmosfera si fa frizzantina. Compaiono, sulle spiagge, grandi salvagenti a forma di unicorno, occhiali da sole, pizze e gelati, tutto diventa arcobaleno. Ma quand’è che è esplosa questa mania e da dove arriva il mito di questa affascinante creatura?

LEGGI: COSA MANGIANO GLI UNICORNI?

LUGLIO

Il 4 luglio gli Stati Uniti d’America festeggiano l’Indipendenza, che ricorda quando le Tredici colonie riuscirono a distaccarsi dalla Gran Bretagna. Gli USA hanno influito molto sulla storia politica internazionale, in particolare nel periodo delle due Guerre Mondiali, che sono riusciti a vincere sì con il supporto degli alleati ma anche con un’intensa attività di propaganda.

LEGGI: METTETE DEL BACON NEI VOSTRI CANNONI: FOOD PROPAGANDA

AGOSTO

Agosto, le stelle cadenti, le ultime notti d’estate sono sempre un po’ magiche. La magia si nasconde dappertutto, anche nel cibo. Arriva da un tempo molto lontano e assume sempre forme nuove. Un viaggio nella storia, tra verità e leggenda, da Merlino a Houdini fino agli chef. Nessuno ci pensa mai, ma i veri maghi sono loro.

LEGGI: IT’S A KIND OF MAGIC: LA MAGIA CHE SI NASCONDE NEL CIBO

SETTEMBRE

Settembre è un mese da iniziare senza frenesie. Bisogna riprendersi, accettare la fine dell’estate e tornare alla normale routine, riprendere gli hobby che sono rimasti accantonati ancor prima delle vacanze. Hobby come la lettura, che arricchisce la mente. Serve lo schiaffo di una tazza di caffè e poi storie buone, storie di scrittori e cibo.

LEGGI: CAFFÈ E BENZEDRINA

OTTOBRE

Agli scrittori piaceva la benzedrina ma molto spesso hanno trovato la loro ispirazione nell’alcol. In molti si chiedono da dove derivi questa attrazione nei confronti delle bevande alcoliche. C’è chi le cerca per consolarsi, chi per divertirsi, chi perché ne apprezza il gusto. Una risposta sola non c’è, ne abbiamo trovate tante, tra risvolti sociologici, mediatici e culturali.

LEGGI: TRANSALCOLICO, VIAGGIO COSMICO

NOVEMBRE

Cos’hanno in comune Jim Morisson e San Martino? Parliamo di quel periodo dell’anno in cui il caldo lascia definitivamente posto all’inverno e a quei giorni in cui, ancora per poco, sembra tutto avvolto in un lieto tepore. È l’estate indiana, l’estate di San Martino.

LEGGI: INDIAN SUMMER: NON FIDATEVI DELLE OCHE

DICEMBRE

Cosa c’è dopo la fine del mese? Un nuovo anno che inizia. Domani sembrerà banale ma quello è il futuro. È sempre in quella direzione che tutti, nessuno escluso, guardiamo. E a furia di guardare, potrebbe passarci davanti un marziano con la sua astronave appena lucidata.

LEGGI: C’È VITA SU MARTE? IL CIBO E IL FUTURO SU UN ALTRO PIANETA


Foto di Federica Di Giovanni

POST TAGS

CATEGORIE

  • No categories
X